Notizie MondoNeve » curiosità » Orso Dino ricacciato in Slovenia, Asiago sul piede di guerra

Orso Dino ricacciato in Slovenia, Asiago sul piede di guerra

Orso Dino ricacciato in Slovenia, Asiago sul piede di guerra

Dopo le numerose proteste di contadini ed allevatori di Asiago e Belluno la Regione Veneto ha deciso di far intervenire il governo per catturare l’Orso Dino e riportarlo da dove arriva, la Slovenia.

Nei giorni scorsi, l’Orso Dino si è avvicinato molto al centro abitato di Bassano e a Posina ha fatto uno spuntino sbranando alcuni asini. Molta gente del posto si è spaventata ed ha lanciato l’allarme temendo che l’orso potesse avvicinarsi alle case.

Dino dopo queste visite, si è ritirato nell’Altipiano di Asiago dove ha passato diverse settimane per poi spostarsi temporaneamente (così dicono gli esperti) verso le montagne bellunesi.

La vicenda dell’orso Dino ha spaccato inizialmente ha spaccato a metà il paese di Asiago.

Pro Orso Dino:

A schierarsi dalla parte del plantigrado il comune e l’ente di promozione turistica che vede nell’orso l’occasione per rilanciare l’immagine dell’Altipiano 7 comuni, meta per gli amanti della natura incontaminata.

Secondo loro l’orso non sarebbe un pericolo ed inoltre le vaste aree boschive, e l’abbondante fauna di Asiago, sarebbero un habitat perfetto.

La famosa azienda di confettura e miele (Rigoni di Asiago) si è proposta di aiutare l’orso regalandogli 1 quintale di miele!

Contro:

Contro l’orso Dino ci sono gli allevatori, i contadini ed il “malgari” che temono per il loro bestiame.

Asiago, infatti, non è solo la meta di tanti sciatori ma è anche la patria del famoso “Formaggio Asiago” e l’altipiano è ricco di stalle dove vengono allevate le mucche che producono il latte d’alta qualità ncessario alla realizzazione di un formaggio così saporito.

Ma anche alcune famiglie che abitano nei piccoli borghi si sono lamentate, impauriti dalla possibilità di incrociare l’orso durante le camminate nei boschi.

La LAV segnala che il riportare Dino in slovenia sarebbe un grande errore perchè ha ormai fatto delle Alpi trentine e vicentine la sua casa ed inoltre un ritorno in Slovenia potrebbe essere fatale in quanto la, gli orsi non sono tutelati e potrebbe essere vittima dei bracconieri.

Ma Asiago non demorde ed a gran voce chiede che si trovi una soluzione per tenere in Italia l’orso e lontano dai centri abitati.

Iscriviti alla newsletter di MondoNeve

Ricevi le ultime news dal mondo della neve e le migliori offerte vacanza direttamente nella tua e-mail.

Altre pagine consigliate


follows



Google+

MondoNeve su Facebook