Notizie MondoNeve » articoli in rilievo » Ecco il logo per le Dolomiti patriomonio UNESCO, vince uno studio di Aosta

Ecco il logo per le Dolomiti patriomonio UNESCO, vince uno studio di Aosta

Il bando di gara indetto dalla provincia di Trento ha decretato lo studio grafico vincitore e quindi il logo che rappresenterà le Dolomiti in tutto il mondo in quanto patrimonio naturale dell’umanità.

Per assurdo sul podio non finiscono studi grafici delle località dolomitiche, a vincere è uno studio grafico con sede in Valle d’Aosta che per la precisione porta il nome di Arnaldo Tranti Design (Saint Cristophe AO).

Il significato del logo vincitore è riassunto in queste righe tratte dal comunicato ufficiale;

il segno riconduce visivamente alla geomorfologia delle Dolomiti, evitando la riconoscibilità di cime specifiche per dare rappresentatività all’insieme dei 9 sistemi. Il disegno descrive il “tessuto” geologico delle Dolomiti. Un ordito, costituito da segni verticali netti (l’imponente spinta verticale delle pareti) spezzata da un trama più leggera e disordinata di segni brevi orizzontali (le cenge, le balze, i terrazzamenti). La valle viene invece rappresentata da un segno arcuato e dolce che descrive e ne rivela lo sfondo.

Le Dolomiti sono rappresentate in quattro cime. Queste “figure” simboleggiano le quattro diversità culturali presenti sul territorio: italiani, tedeschi, ladini, friulani. Le figure emergono dal bianco e prendono forma e disegno all’interno di un rettangolo orizzontale, un “territorio“ racchiuso in un perimetro per tutelare meglio un ambiente unico e mitico.

2° Classificato

In seconda posizione troviamo invece Enrico Belloni di Seregno (MB)

Descrizione del logo:
l’idea della progettazione del logotipo si è sviluppata partendo dagli elementi del paesaggio naturale che hanno permesso alle Dolomiti di entrare a far parte del Patrimonio dell’UNESCO. Lo sviluppo del marchio si ispira al tipo segnale che indica i sentieri di montagna.

3° classificato

Il terzo posto se lo aggiudica Diego Moreno di Modena

Descrizione:
la rappresentazione del tempo e dello spazio ha guidato l’elaborazione del marchio, che desidera raccontare, con pochi segni, la forza maestosa e le cangianti cromie delle Dolomiti, l’intersecarsi vario di forme orizzontali e verticali che ne determina la spettacolarità. Il logo racconta quindi la storia delle Dolomiti ed il loro presente, attraverso segni e colori che ne scompongono la bellezza in elementi singoli, per poi ricomporla in un racconto ricco di ammirazione.la rappresentazione del tempo e dello spazio ha guidato l’elaborazione del marchio, che desidera raccontare, con pochi segni, la forza maestosa e le cangianti cromie delle Dolomiti, l’intersecarsi vario di forme orizzontali e verticali che ne determina la spettacolarità. Il logo racconta quindi la storia delle Dolomiti ed il loro presente, attraverso segni e colori che ne scompongono la bellezza in elementi singoli, per poi ricomporla in un racconto ricco di ammirazione.

3 loghi particolari, noi ci aspettavamo qualcosa di diverso… Voi cosa ne pensate? lasciate un commento qui sotto

Altre pagine consigliate