Notizie MondoNeve » dove sciare » La Primavera domina e lo Sci si sposta in alta quota

La Primavera domina e lo Sci si sposta in alta quota

La Primavera domina e lo Sci si sposta in alta quota

La primavera è arrivata e si fa sentire da nord al sud con temperature decisamente più calde. In pieno giorno i centri metropolitani sfiorano i 30 gradi quasi da essere in estate ed in montagna le gelate notturne si fanno rare.

La maggior parte dei comprensori sciistici stanno per chiudere gli impianti, e quindi anche la loro stagione sciistica. Alcuni comprensori hanno già chiuso alcune piste da sci a causa della mancanza di neve, mentre altri tengono aperte solo le piste che non sono direttamente esposte al sole per evitare la neve “papposa”.

Ma se le stazioni a valle si preparano a chiudere i battenti, quelle in quota si preparano ad accogliere gli sciatori irriducibili.

L’alta quota, nei mesi di aprile e maggio, offre condizioni spettacolari tanta neve fresca e piste perfette. Sopra i 2500 metri e meglio ancora sopra i 3000 si trovano condizioni nivologiche fantastiche paragonabili a quelle che si possono trovare a 1200 metri nel mese di gennaio con in più la possibilità di poter usufruire di giornate splendide e tante ore di sole.

sci primaverile

I comprensori che possono vantare piste anche a quote elevate sono diversi ma sono esclusiva dell’arco alpino. Dalla Valle d’Aosta ad Friuli Venezia Giulia c’è l’imbarazzo della scelta. Abbiamo scelto per voi le località che riteniamo più adatte per lo sci primaverile:

 

Valle d’Aosta – Piemonte

Terra di montagna la Valle d’Aosta offre un territorio con altitudine elevata, sono numerose le cime che superano i 3000 metri permettendo non solo di poter sciare in primavera ma anche d’estate (vedi Cervinia).

Per chi vuole sciare sulle fantastiche montagne della Valle d’Aosta bisogna ricordare il comprensorio Cervinia. La più importante meta dello sci estivo italiano potrà permettersi una apertura prolungata fino all’8 maggio per poi chiudere e riaprire in estate sul ghiacciaio Plateau Rosà.

 

A confine fra Valle d’Aosta e Piemonte domina il comprensorio Monterosa Ski.

Come dice il nome questo polo sciistico si trova sul gruppo del Monterosa, gruppo montuoso che vanta uno dei più vasti ghiacciai italiani. Le piste da sci raggiungono i 3275 metri di altezza offrendo agli sciatori la possibilità di continuare la propria stagione sciistica fino ad inizio estate.

Per questa stagione la società impianti Monterosa Ski ha annunciato che gli impianti in quota resteranno aperti fino al 1 maggio (compreso).

Passo dei Salati

Passo Salati resta aperto fino al 1 maggio

Lombardia

E’ sul confine con la svizzera che si possono trovare i comprensori sciistici che offrono il miglior innevamento della Lombardia. Uno di questi è Livigno che da sempre sa farsi riconoscere per le sue temperature polari. Grazie ad una altitudine base di 1800m ed impianti sciistici che salgono oltre i 3000 metri permette agli sciatori di continuare la stagione sciistica anche durante la primavera.

L’ottimo innevamento invernale, i moderni impianti di innevamento e le basse temperature permettono una chiusura posticipata che quest’anno è prevista per il 1 maggio (compreso).

 

Trentino Alto Adige

Regione madre del turismo invernale, il Trentino Alto Adige offre tantissime destinazioni per chi vuole sciare in primavera. Dal ghiacciaio Presena dell’Adamello (aperto fino a fine giugno) alle Pale di San Martino passando per il ghiacciaio della Val Senales, Solda e molte altre località sciistiche di quota.

 

Veneto

Anche le montagne Venete offrono la possibilità di sciare in primavera, sono 2 i comprensori sciistici che prolungano la stagione grazie agli impianti situati in quota. Il primo è il comprensorio Arabba Marmolada che sale fino ai 3000 metri della famosa Regina delle Dolomiti La Marmolada. Qui gli impianti resteranno aperti fino al 25 aprile.

Il secondo comprensorio è invece Cortina d’Ampezzo con le piste da sci situate in quota. A valle si ritornerà con la cabinovia ma sciare sulle Dolomiti proprio nei mesi in cui si risveglia la montagna è uno spettacolo senza prezzo.

 

Friuli Venezia Giulia

In Friuli Venezia Giulia i comprensori sciistici non possono vantare quote molto elevate e così quasi tutti gli impianti sono costretti a chiudere nei tempi ordinari (primi di Aprile). Quest’anno il Tarvisiano ha chiuso i battenti già a marzo, ma non è stata la stessa cosa per Sella Nevea.

La località sciistica famosa per le sue nevicate record permetterà agli sciatori di continuare la stagione fino al 1 maggio.

Le condizioni di innevamento sono ancora buone e sulla Conca Prevala, a 1800m, sembra di essere in pieno inverno. Tuttavia la società degli impianti ha deciso di rendere accessibili gli impianti solo nel weekend con aperture a singhiozzo.

Se volete godervi un’ultima sciata sulle piste friulane vi consigliamo di consultare la tabella che indica in quali giorni saranno aperti impianti e piste.

Iscriviti alla newsletter di MondoNeve

Ricevi le ultime news dal mondo della neve e le migliori offerte vacanza direttamente nella tua e-mail.

Altre pagine consigliate

follows



Google+

MondoNeve su Facebook