Notizie MondoNeve » meteo neve » Neve a Gerusalemme, in Italia alta pressione ed inversione termica

Neve a Gerusalemme, in Italia alta pressione ed inversione termica

Neve a Gerusalemme, in Italia alta pressione ed inversione termica

neve in israeleUn bianco risveglio per Israele splendidamente innevato grazie ad una perturbazione nevosa che da est sta interessando anche la Turchia ed i genere tutto il Medio Oriente. Questo fronte nevoso ha imbiancato tutte le vie creando non pochi disagi alla circolazione stradale, qui le nevicate sono un raro evento, l’ultima grande nevicata risale al 2003 e dopo 10 anni sembra ripetersi.
La neve non sta interessando solo il deserto ma anche USA e buona parte del Nord Europa. Forti tempeste di neve stanno imperversando nel nord America, temperature abbondantemente sotto lo zero con punte di -30° North Dakota, la tempesta Xaver ha prima interessato i paesi scandinavi per poi spostarsi verso la Russia portando abbondanti nevicate sulla capitale.

deserto con la neve

Italia, tra alta pressione ed inversione termica

In Italia la situazione meteo è totalmente opposta, da noi niente neve fresca, sole, nebbia ed inversione termica.
La mancanza di nuove precipitazioni nevose e l’inversione termica stanno mettendo a dura prova le località sciistiche delle Alpi e degli Appennini. Il manto nevoso si assottiglia sempre di più e le temperature notturne scendono di poco sotto lo zero a causa dell’inversione termica.
Questi due elementi fanno mancare sia la neve naturale sia quella artificiale, difficile sparare senza condizioni termiche stabili, inoltre l’innevamento con temperature prossime allo zero rende molto meno dell’innevamento con temperature più rigide.

Questo incide anche sul mantenimento delle piste fino ad ora sostenute solamente da una nevicata naturale e dalla neve programmata, per questo alcune stazioni sciistiche stanno lavorando senza sosta per riportare in pista anche la neve caduta vicino ai tracciati, gatti di neve in azione per racimolare più neve possibile e consentire la continua apertura impianti. Difficile anche l’organizzazione di alcuni eventi sciistici che proprio in questo periodo iniziano ad animare le nostre montagne.

Per ora le previsioni non sono dalla parte degli sciatori, ma dopo il 20 dicembre la situazione potrebbe sbloccarsi e la neve dal deserto potrebbe ritornare a nel suo ambiente naturale. Negli ultimi anni si sono già registrate situazioni simili questo tuttavia non significa molto, l’inverno potrebbe essere solo in disparte pronto per scaricare metri di neve a gennaio (almeno si spera).

Link consigliati:
> Bollettino della Neve
> Webcam Neve in diretta

Iscriviti alla newsletter di MondoNeve

Ricevi le ultime news dal mondo della neve e le migliori offerte vacanza direttamente nella tua e-mail.

Altre pagine consigliate


follows



Google+

MondoNeve su Facebook